• 0
  • 28 dicembre 2018

Daclé triplica il budget per la pubblicità.

A margine dell’ultima riunione annuale del consiglio di amministrazione, occasione per un brindisi tra i manager delle società del gruppo Daclé, il presidente dell’industria farmaceutica Paolo Campiglio ha ringraziato tutte le componenti del corpo aziendale per aver contribuito alla fase di avvio del nuovo piano industriale 2018-2020 che vede chiudere la gestione del primo anno con una significativa espansione delle attività del gruppo e, come già annunciato, con un ulteriore aumento dell’utile netto previsto. Va ricordato infatti che la base del progetto industriale si focalizza proprio sulla generazione di cassa e l’alta remunerazione ai soci con un incremento del dividendo.

Una parte importante di quest’anno è stata la fase istruttoria per il negoziato di partnership commerciale con Penta Investment, il gruppo d’investimento dell’Europa centrale che opera come fondo di private equity, specializzato nel settore sanitario in Repubblica Ceca, Slovacchia, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Romania, Russia e Ucraina dove gestisce una rete di 1.000 farmacie a marchio Dr. Max.

Prosegue e si consolida la collaborazione con Pelion e Farmacol, le cui partecipazioni fanno capo a Daclé Polska, e i cui profitti sono in aumento e generano liquidità in Polonia e Lituania, consentendo ulteriori investimenti in Europa.

Nel 2019, con l’ingresso nell’Unione Pubblicità Associati, l’organismo che riunisce le più importanti aziende che investono in pubblicità sui vari canali (televisione, periodici, quotidiani, settimanali, sponsorizzazione di grandi eventi e serate di beneficenza) Daclé sarà in grado di triplicare il budget finanziario per il marketing pubblicitario rivolto a identificare l’immagine del gruppo, coniugando come sempre salute e bellezza.

Corporate Financial Press Office

Paolo Campiglio, presidente dell’industria farmaceutica Daclé SA